Interferenze

“Walk in the mashup side!"

Sostenibilità e Varietà: Verso un Pensiero Pagàno — Editoriale 

Siamo obbligati a schierarci da una parte o dall’altra della linea Maginot dei saperi. Stiamo andando verso una guerra civile delle conoscenze. Alle spalle di tutto ciò si trova una rimozione ancora più remota e profonda, l’esclusione del pensiero spirituale (preferisco questo termine a quello di “religioso” che sottende un “legame”, una convivenza obbligata, un’obbedienza dogmatica) come ribellione da un atteggiamento autoritario dei generali dell’apparato ecclesiastico nei tempi remoti, in fondo non così diverso da quello dell’apparato delle attuali credenze scientifiche. Abbiamo scelto di discutere sulle influenze che una visione monoteista, e l’associato rifiuto di quelle politeiste, hanno sull’apparato gerarchico dei saperi riduttivisti del positivismo e delle ideologie scientifiche.
Successivamente presentiamo due aspetti fra i più diffusi del bisogno di libertà e di verità assieme a quello del riscatto della soggettività e del possibile dalla schiavitù del materialismo procedurale propria dell’apparato significante

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

Monoteismo e Politeismo Epistemologico

Come siamo orfani di quel potere che spiegava tutto, poco importa se a torto o a ragione, lo siamo pure di quel Dio che ci salvava dalle responsabilità del libero arbitrio: in definitiva, dalla condanna di rispondere della nostra libertà, di specie, di popolo, di gruppo e di individui.

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

La Wicca

La Wicca è una visione religiosa dell’essere umano che vede se stesso come un piccolo ingranaggio forse poco essenziale nell’immensa macchina cosmica, ma con una sua dignità molto terrestre, nell’eterno perpetrarsi dei cicli di vita-morte-rinascita. Ha il vantaggio della semplicità, permettendo alle persone di conformarsi a semplici regole di vita naturale; un ottimo codice etico che ha come limite il vincolo stesso con la terra, al di fuori della quale lo spiritus dell’uomo o anima non può esistere e verso la cui trascendenza non può mirare, neanche con il viatico della fede e della speranza, essendo l’immortalità legata solo all’idea del continuum vitae naturae.

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

L. Jesus is arriving very soon

Sono molteplici i movimenti religiosi che manifestano con fervore una sorta di millenarismo secondo cui la parusia del Cristo, il ritorno alla fine dei tempi di Gesù dovrebbe avvenire in concomitanza con il nuovo millennio. A questo proposito sono state indicate molte date al cui giungere, nell’insuccesso del pronostico, sono state spostate in avanti, in un rincorrersi di previsioni tuttora risultate vane.

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

Caregivers

Un caregiver, nella nostra accezione, è un ricercatore con una forte propensione ad aiutare il proprio prossimo senza sostituirsi ad esso, non con il proprio sapere o con le proprie credenze ideologiche, scientifiche o pseudo tali, ma esclusivamente con il proprio operato e il proprio lavoro. Il migliore lavoro del caregiver non è far terapia o guarire, ma consentire al suo cliente di lasciar emergere il caregiver che è in lei o in lui. Trasformare il desiderio di chi gli si rivolge di essere un’altra/o persona in riconoscimento e accettazione di ciò che vi è di più autenticamente possibil

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

L’utilità della Psicologia il Counselling dell’Ipnosi nelle relazioni d’aiuto

Detto questo è facile capire che ci devono essere condizioni molto particolari perchè una relazione possa diventare terapeutica e funzionare nel restituire il giusto modo con cui affrontare il nostro percorso umano.
Le relazioni che le persone vivono tra loro sono complesse; nella relazione con un terapeuta ad esempio, o un counsellor, si dovrebbe trovare l’aiuto, ma perché essa possa funzionare e dare dei frutti, ne si deve accettare il ruolo, mettendosi in gioco con parole, gesti, comunicazioni, “passe-partout” di ogni rapporto terapeutico che si rispetti.

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

Il Simbolismo Ermetico

Per esseri umani che non vivono una vita ordinaria (forse allora si capisce di più la riservatezza e l’inaccessibilità di certi personaggi). I sacrifici e le rinunce sono immensi…del resto si parla di vincere la morte, non diventare un calciatore ricco e famoso e neanche di cercare un lavoro fisso e metter su famiglia. Insomma è un tipo di attività che può riguardare una tipologia umana rarissima. Se valga la pena o meno lo si dovrebbe chiedere ai pochi che tale via hanno tentato e ho forti dubbi di poter ricevere risposta (anche perché è difficile trovar coloro a cui chiederlo). Forse è solo un’illusione, una chimera o magari no…forse nella moltitudine dei nostri simili vi è qualcuno, che vive, vede, respira e osserva ma con una coscienza antica, che porta con sé antichi dolori e ricordi di eventi, esistenze, immagini…un “senza tempo”.

30 gennaio 2015 · Lascia un commento

Il Viandante – Atto Primo

Il Viandante: sue sono le vie secondarie e le cose piccole. Stare in sé stesso e perseverare sulla propria strada: il senso del tempo del Viandante è invero grande. Terre sconosciute e la separazione sono il destino del viandante. Un viandante non ha fissa dimora, la sua casa è la strada. Per questo deve impegnarsi a rimanere interiormente giusto e saldo, a fermarsi solo nei posti adatti avendo a che fare solo con brave persone. Allora avrà fortuna e potrà continuare il suo viaggio indisturbato

30 gennaio 2015 · Lascia un commento

Eterni Ritorni: Le parti della vacca

L’altro giorno un amico macellaio, mi divertiva con un dotto sermone sull’ingegneria genetica: secondo lui, per soddisfare le sempre maggiori richieste della clientela, dovrebbero creare vacche con due code o polli con quattro ali, come il cane a sei zampe dell’Agip, per intenderci; infatti si vende molto di più carne di terza scelta (Punta, Punta di petto, Collo (parte piu’ vicina alla testa), Geretti, Coda) che quella di prima o di seconda.

30 gennaio 2015 · Lascia un commento

Senso consenso ed assenso

Nessuno può dire cosa sia ne come sia questo nostro mondo interiore, quello che è appurabile è che non esistono due mondi interiori uguali, ogni mondo inconscio, così è definibile un mondo che non si può conoscere, si può solo esperire, ogni mondo inconscio è unico ed irreplicabile.

30 gennaio 2015 · Lascia un commento
Follow Interferenze on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 923 follower

Sembra che l'URL del sito WordPress sia configurato in modo errato. Verifica le impostazioni del widget.