Interferenze

“Walk in the mashup side!"

Si può realmente comunicare se prima non si è imparato ad ascoltare?

View story at Medium.com Di Cristina Merlo

13 gennaio 2016 · Lascia un commento

Certificazioni da capponi

“Nei fatti sono proprio pochi i gruppi professionali che mostrano una cultura di verifica e di comunicazione, ma se le cose stanno così è perché in questo status quo sarebbe inutile.
Un giorno le cose potranno cambiare, ma questo potrà dipendere molto meno dai governanti, dagli organi istituzionali o dai professionisti stessi di quanto invece sarà possibile proprio grazie ai clienti stessi.
La libertà è la sola garanzia che abbiamo e questa è possibile solo in ragione di quanto ci impegniamo a conoscere e a comunicare meglio”

15 febbraio 2015 · Lascia un commento

Il Viandante – Atto Primo

Il Viandante: sue sono le vie secondarie e le cose piccole. Stare in sé stesso e perseverare sulla propria strada: il senso del tempo del Viandante è invero grande. Terre sconosciute e la separazione sono il destino del viandante. Un viandante non ha fissa dimora, la sua casa è la strada. Per questo deve impegnarsi a rimanere interiormente giusto e saldo, a fermarsi solo nei posti adatti avendo a che fare solo con brave persone. Allora avrà fortuna e potrà continuare il suo viaggio indisturbato

30 gennaio 2015 · Lascia un commento

Eterni Ritorni: Le parti della vacca

L’altro giorno un amico macellaio, mi divertiva con un dotto sermone sull’ingegneria genetica: secondo lui, per soddisfare le sempre maggiori richieste della clientela, dovrebbero creare vacche con due code o polli con quattro ali, come il cane a sei zampe dell’Agip, per intenderci; infatti si vende molto di più carne di terza scelta (Punta, Punta di petto, Collo (parte piu’ vicina alla testa), Geretti, Coda) che quella di prima o di seconda.

30 gennaio 2015 · Lascia un commento

Liberi di aiutare

Che male ci sarebbe a vivere in una civiltà dove per trovare degli sciamani, delle “persone di sapere”, non si debba necessariamente soltanto porsi obiettivi esotici o riconoscersi ammalati e dove anche il professionista riconosciuto possa sentirsi più libero di vivere il proprio peculiare sapere nell’estrema umiltà di una fede umana?

27 gennaio 2015 · Lascia un commento
Follow Interferenze on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 923 follower

Sembra che l'URL del sito WordPress sia configurato in modo errato. Verifica le impostazioni del widget.