Interferenze

“Walk in the mashup side!"

“Interferenze” — L’intervista

In occasione del Convegno della Scuola di Ipnosi Costruttivista Francesco Tarsia del Centro Il Tao e della stessa Scuola ha realizzato quest’intervista agli autori per cui lo ringraziano sentitamente.

7 aprile 2017 · 1 Commento

Si può realmente comunicare se prima non si è imparato ad ascoltare?

View story at Medium.com Di Cristina Merlo

13 gennaio 2016 · Lascia un commento

La realtà è un percorso ad ostacoli

  “Per esser divertenti bisogna prima pensare con tristezza” Georges Feydeau   “L’ascoltatore e non il parlante determina il significato di questo, un’asserzione, di un utterance” Heinz von Foerster Credo si percepisca … Continua a leggere

1 gennaio 2016 · Lascia un commento

Gruppi Cannibali

Cannibali da studio Si pone molta attenzione sugli effetti che terapeuta, conduttore, counselor o formatore può sortire sui suoi destinatari, sia che li si chiami pazienti che clienti, mentre l’enfasi … Continua a leggere

23 aprile 2015 · 1 Commento

Tende Illuminate…

   … con lo scorrere dei giorni ti accorgi che qualcosa cambia. Apparentemente tutto è immutato, però il mondo intorno è come espanso. Le cime delle montagne sono le stesse, … Continua a leggere

4 aprile 2015

Certificazioni da capponi

“Nei fatti sono proprio pochi i gruppi professionali che mostrano una cultura di verifica e di comunicazione, ma se le cose stanno così è perché in questo status quo sarebbe inutile.
Un giorno le cose potranno cambiare, ma questo potrà dipendere molto meno dai governanti, dagli organi istituzionali o dai professionisti stessi di quanto invece sarà possibile proprio grazie ai clienti stessi.
La libertà è la sola garanzia che abbiamo e questa è possibile solo in ragione di quanto ci impegniamo a conoscere e a comunicare meglio”

15 febbraio 2015 · Lascia un commento

Quando il gioco si fa duro, i duri hanno già chiuso gli occhi

“Diverse ricerche hanno evidenziato come gli atleti di alto livello utilizzino molto di più e meglio l’abilità immaginativa rispetto ad atleti di basso livello. Senza entrare troppo nei tecnicismi è possibile fare una semplice distinzione: 1) Visual Motor Imagery o immagine vista dall’esterno (vedendo la scena dall’esterno) 2) Kinetic Motor Imagery o immagine vista dall’interno (in prima persona). A questi due modi di immaginare, corrispondono due serie di attivazioni neurofisiologiche diverse. — Chi ha l’occhio, trova quel che cerca anche a occhi chiusi — Italo Calvino”

13 febbraio 2015 · Lascia un commento

Un mondo vago.

“Quando si lavora col mondo degli altri si rimane volutamente sul vago per rispettare il loro mondo, se si accetta d’ascoltare allora ci si avvicina al mondo dell’altro e si può comprendere quanto questo mondo sia differente dal nostro. Credo sia così che ci si ritrova in solitudine, ascoltando il nostro mondo interiore senza dar spazio al mondo dell’altro”

13 febbraio 2015 · Lascia un commento

Delicato

…un aggettivo che mi sta chiamando, perché? “Sono un piatto delicato. Chiudete gli occhi, sentite i miei profumi, ricercateli, vedete se si fondono armoniosi tra loro, se vi appagano e … Continua a leggere

13 febbraio 2015 · Lascia un commento

… diverso è nascere tra adulti sfiduciati …

“…Un giorno questo bambino attento, i bambini lo sono, osserverà visi diversi: prima un compagno, poi un insegnante, un vicino di casa, una mamma qualsiasi… in lui nascerà una speranza, la speranza. Vedrà la ricchezza interiore, gli sguardi affettuosi e riceverà gesti di fiducia. Ne andrà sempre più alla ricerca per farne la conoscenza, per appropriarsene”

13 febbraio 2015 · Lascia un commento

Essere la Costellazione

Riemergo ora da due giornate di intense costellazioni. Familiari? Ipnotiche? Individuali? Non importa: le costellazioni sono un viaggio a porte aperte all’interno di un legame di gruppo che rimarrà, per … Continua a leggere

13 febbraio 2015 · Lascia un commento

L’insostenibile insensatezza dell’addio

Amori ed amicizie sono più o meno la stessa cosa: iniziano con un’attrazione seguita da innamoramento, si esaltano nella complicità, evolvono con il confronto e si distruggono nella pretesa dell’esclusività. … Continua a leggere

13 febbraio 2015 · Lascia un commento

Caregivers

Un caregiver, nella nostra accezione, è un ricercatore con una forte propensione ad aiutare il proprio prossimo senza sostituirsi ad esso, non con il proprio sapere o con le proprie credenze ideologiche, scientifiche o pseudo tali, ma esclusivamente con il proprio operato e il proprio lavoro. Il migliore lavoro del caregiver non è far terapia o guarire, ma consentire al suo cliente di lasciar emergere il caregiver che è in lei o in lui. Trasformare il desiderio di chi gli si rivolge di essere un’altra/o persona in riconoscimento e accettazione di ciò che vi è di più autenticamente possibil

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

L’utilità della Psicologia il Counselling dell’Ipnosi nelle relazioni d’aiuto

Detto questo è facile capire che ci devono essere condizioni molto particolari perchè una relazione possa diventare terapeutica e funzionare nel restituire il giusto modo con cui affrontare il nostro percorso umano.
Le relazioni che le persone vivono tra loro sono complesse; nella relazione con un terapeuta ad esempio, o un counsellor, si dovrebbe trovare l’aiuto, ma perché essa possa funzionare e dare dei frutti, ne si deve accettare il ruolo, mettendosi in gioco con parole, gesti, comunicazioni, “passe-partout” di ogni rapporto terapeutico che si rispetti.

2 febbraio 2015 · Lascia un commento

Il Viandante – Atto Primo

Il Viandante: sue sono le vie secondarie e le cose piccole. Stare in sé stesso e perseverare sulla propria strada: il senso del tempo del Viandante è invero grande. Terre sconosciute e la separazione sono il destino del viandante. Un viandante non ha fissa dimora, la sua casa è la strada. Per questo deve impegnarsi a rimanere interiormente giusto e saldo, a fermarsi solo nei posti adatti avendo a che fare solo con brave persone. Allora avrà fortuna e potrà continuare il suo viaggio indisturbato

30 gennaio 2015 · Lascia un commento

Eterni Ritorni: Le parti della vacca

L’altro giorno un amico macellaio, mi divertiva con un dotto sermone sull’ingegneria genetica: secondo lui, per soddisfare le sempre maggiori richieste della clientela, dovrebbero creare vacche con due code o polli con quattro ali, come il cane a sei zampe dell’Agip, per intenderci; infatti si vende molto di più carne di terza scelta (Punta, Punta di petto, Collo (parte piu’ vicina alla testa), Geretti, Coda) che quella di prima o di seconda.

30 gennaio 2015 · Lascia un commento

Un’insaziabile sapiente ignoranza – Introduzione ai “Quaderni delle Interferenze”

Un insegnamento orientale spiega che si riconosce il maestro non da quello che sa, ma dal fatto che è l’unico a camminare per strade senza sentieri, che non sono ancora segnate. È colui che ha del perdersi il proprio metodo più felice perché arricchente, quello che viaggia per le città senza cartina, non perché conosca il territorio, ma perché vuole scoprirlo e quello è l’unico modo per farlo

29 gennaio 2015 · Lascia un commento

La felicità incomprensibile dei muratori di Ludwig

I due lavoratori edili, di cui parla Wittgenstein nelle Ricerche filosofiche servendosi di un linguaggio elementare s’intendono alla perfezione su come eseguire una costruzione in muratura usando un linguaggio sintetico: nell’impossibilità di rendere meno gravoso lo sforzo fisico, essi risparmiano almeno in comunicazione, con la volontà di rendere la prestazione più utile ed efficiente.

29 gennaio 2015 · 1 Commento

Liberi di aiutare

Che male ci sarebbe a vivere in una civiltà dove per trovare degli sciamani, delle “persone di sapere”, non si debba necessariamente soltanto porsi obiettivi esotici o riconoscersi ammalati e dove anche il professionista riconosciuto possa sentirsi più libero di vivere il proprio peculiare sapere nell’estrema umiltà di una fede umana?

27 gennaio 2015 · Lascia un commento
Follow Interferenze on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 923 follower

Sembra che l'URL del sito WordPress sia configurato in modo errato. Verifica le impostazioni del widget.